Ludopatia: opportunità di ascolto

La ludopatia è stata riconosciuta come una vera e propria malattia che può compromettere seriamente la vita di chi ne è affetto. Sin da quanto il gioco d’azzardo è stata riconosciuto come un vero e proprio disturbo psicologico sono stati sviluppati diversi programmi di intervento, tra questi troviamo i gruppi di ascolto in cui  il ludopatico può trovare conforto e i mezzi per combattere il problema. L’associazione di volontariato onlus No game operativa a Frosinone ha a disposizione 2 sedi e locali diversi dove il ludopatico e i suoi familiari vengono aiutati mediante riunioni settimanali di gruppi di auto mutuo aiuto. Le riunioni di auto mutuo aiuto sono dei gruppi formati da persone con il problema della ludopatia che stanno affrontando situazioni di vita simili e che condividono il problema della dipendenza da gioco d’azzardo. Le persone che sono affette da gioco d’azzardo e i loro familiari facenti parte dei gruppi di auto mutuo aiuto sono quindi accomunate dalle stesse tipologie di problemi trovandosi in una condizione di parità e di scambio: ciascuno dà aiuto agli altri e allo stesso tempo lo riceve. 

gruppi di auto mutuo aiuto_nogam

Gruppi di auto mutuo aiuto 

gruppi di auto mutuo aiuto per Giocatori Anonimi sono incontri in cui le persone affette da ludopatia, che presentano una dipendenza dal gioco, possono prendere coscienza della loro dipendenza e usufruire di numerose tecniche per affrontarla. Grazie ad associazioni di volontariato come la onlus No game è possibile trovare gruppi di auto mutuo aiuto in cui persone affette da diversi gradi di ludopatia stanno affrontando diverse fasi del processo di recupero. Il ludopatico è così messo nella condizione di imparare dalle esperienze degli altri e trova una forma di sostegno reciproco mediante i racconti delle esperienze, delle difficoltà affrontate e dei traguardi raggiunti grazie ai gruppi di auto mutuo aiuto, il tutto sotto la supervisione e la guida di una persona esperta di ludopatia. La ludopatia è una malattia subdola perché si basa su comportamenti legali e spesso caratterizzata dall’ autoinganno in quanto il ludopatico è convinto di poter smettere quando vuole. In quest’ultimo  l’impulso del gioco d’azzardo diventa un bisogno irrefrenabile e incontrollabile al quale si accompagna una forte tensione emotiva ed una incapacità, parziale o totale, di ricorrere ad un pensiero riflessivo e logico. Spesso sono quindi i familiari del ludopatico a dover compiere il primo passo. Inoltre estremamente preziosa è l’aiuto da parte di un familiare o di un amico durante il percorso che porta alla guarigione del giocatore in quanto possono aiutare a contrastare la fase dell’astinenza dal gioco d’azzardo, offrono affetto, comprensione  e occasioni di svago alternative. Per quest’ultimi non è assolutamente un compito facile, ma presso l ‘associazione di volontariato onlus No game è possibile trovare persone qualificate che forniranno ai familiari e agli amici gli strumenti più adatti per combattere la malattia della ludopatia

Per dare un supporto concreto a chi è già entrato nel tunnel del gioco d’azzardo e non sa come uscirne, alle famiglie, a chi vuole saperne di più.

SIAMO QUI PER TE, SCRIVICI!
SAREMO FELICI DI AIUTARTI